Utente non Registrato

Chi siamo

CTS per i Percorsi di Leonardo

A Palazzo de’ Giureconsulti Giovedì 26 Giugno 2014 Navigli Lombardi ha presentato, insieme a tutti i componenti del Comitato Tecnico Scientifico che li ha studiati ed elaborati, I PERCORSI DI LEONARDO.

L’Assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, ha sottolineato come il lavoro presentato metta in rete i tanti luoghi legati a Leonardo da Vinci a Milano e non solo, “perché Leonardo non è solo il Cenacolo che pure è già patrimonio dell’Unesco. Penso, infatti, ai suoi legami con i Navigli e con il territorio milanese, ma anche con il pavese e il lecchese o con Vigevano”. “Leonardo – ha sottolineato l’assessore – può essere davvero un nostro ambasciatore e aiutare la promozione dei nostri territori lombardi durante e dopo l’Expo sia attraverso questo progetto, sia con le azioni che metteremo in campo con Explora, e i luoghi di Leonardo messi in rete – ha sottolineato l’assessore – potrebbero a ragione ambire a diventare una nuova realtà riconosciuta dall’Unesco, aumentando così il primato della Lombardia come Regione con il maggior numero di siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità da Unesco”.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo del Corno, ha esordito ricordando che Leonardo è una delle dieci key words sulle quali ExpoInCittà sta sviluppando le ipotesi di promozione per il periodo Expo, e Milano ha ogni motivo per sentirsi rappresentata dal genio rinascimentale più conosciuto in ogni angolo del mondo perchè proprio a Milano Leonardo ha vissuto il periodo forse più produttivo e fecondo della sua vita, ed è a Milano una delle due icone leonardesche per eccellenza, il Cenacolo. Ha inoltre annunciato i temi della grande mostra sul genio di Leonardo che il Comune di Milano allestirà a Palazzo Reale nel periodo Expo, temi che approfondiranno l’aspetto di Leonardo pittore ospitando molte delle sue opere più significative, ma anche quelli del suo ingegno poliedrico, ed ha concluso indicando la sinergia tra la Mostra a Palazzo Reale e la fruibilità di un itinerario sui luoghi leonardeschi.

Sono poi intervenuti: Sergio Rossi di CCIAA Milano, che ha fornito dati inequivocabili sull’importanza anche economica delle imprese culturali (e il 50% di quelle italiane è in Lombardia) ed ha auspicato che l’iniziativa di Navigli Lombardi su Leonardo possa svilupparsi nel complesso degli interventi che sta predisponendo Explora; Josep Ejarque, Direttore di Explora, ha accolto la suggestione parlando di utilizzo dell’icona di Leonardo per la promozione del territorio non solo in prospettiva Expo ma con una visione più a lungo termine; Paolo Verri, di PadiglioneItalia Expo, che ha esposto le possibili sinergie dei Percorsi Leonardeschi con il palinsesto di Padiglione Italia, a partire da quelle formative che vedranno coinvolti circa 200.000 studenti durante i sei mesi di durata dell’esposizione.

Nel merito del progetto è intervenuto Raffaele Pugliese, Docente di Composizione Architettonica e Urbana del Politecnico di Milano, e Presidente del Comitato Tecnico Scientifico promosso ad hoc da Navigli Lombardi per realizzare i Percorsi di Leonardo, con un’ampia relazione corredata da mappature ed immagini che hanno consentito anche un approccio emozionale al tema. Su alcuni aspetti specifici sono poi intervenuti, con il coordinamento di Luca Mambretti della Direzione Turismo di Regione Lombardia, gli altri componenti il Comitato Tecnico Scientifico: Gianni Canova, Pro Rettore IULM; Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana; Leonardo Salvemini, Docente di Tutela e Valorizzazione dei Beni Culturali alla Statale di Milano; Ezio Marra, Presidente del Corso di Laurea in Scienze del Turismo e Comunità Locale alla Bicocca; Giovanbattista Sannazzaro della Soprintendenza ai Beni Architettonici di Milano – MiBACT; Edo Brichetti, Cultore della Materia Archeologia Industriale al Politecnico di Milano; Giuseppe Costa, Vice Direttore Cultura di Regione Lombardia.