Utente non Registrato

I Navigli

Buccinasco

Cittadina di pianura la cui economia si basa sia sulle attività agricole che su quelle industriali. Abitata fin da epoca romana e posta, a quei tempi, lungo l’importante strada che da Milano conduceva a Pavia, deriva il toponimo, anticamente Bulcinasco, dal latino BULCINA, ‘canale, tubo per acquedotto’, che chiaramente si riferisce ai numerosi corsi d’acqua presenti nella zona e al quale è stato aggiunto il suffisso -asco di origine etrusca; non manca però chi riporta il nome del borgo ad una potente famiglia del luogo, quale quella dei Bubulcino. Inserita nel corso del Medioevo nella pieve di Ginzano (corrispondente all’attuale comune di Cesano Boscone) e dotata di un castello sul finire del XIII secolo, passò, agli inizi del Seicento, alle dipendenze della chiesa di Romano Banco, venendo infeudata, nella prima metà del XVIII secolo, dall’imperatore Carlo VI ai marchesi Dal Pozzo, cui subentrò nel 1741 il senatore milanese Antonio Croce. Dopo essere stata ceduta da quest’ultimo ai Rasini, sul finire del Settecento fu acquistata dalla famiglia dei Poldi Pezzoli, pervenendo infine al principe Trivulzio. La storia successiva, seguendo quella del resto della Lombardia, ne registra la sottomissione a più dominazioni straniere e il coinvolgimento nei due ultimi conflitti mondiali.

Via Roma, 2 - Buccinasco (MI)protocollo@cert.legalmail.it024579710248841184http://www.comune.buccinasco.mi.it/