Utente non Registrato

I Navigli

Robecchetto con Induno

Centro di pianura, di 4.320 abitanti, con un’economia di tipo agricolo e industriale. Istituito a comune nel 1870, ha origini ben più antiche: l’esistenza nella zona di un borgo, chiamato Padregnano e concesso dall’imperatore Federico Barbarossa a Milano, a seguito della pace di Costanza, è attestato infatti già in documenti della fine dell’undicesimo secolo.

Nel corso del Medioevo fece parte della pieve di Dairago e seguì le vicende storiche dei territori circostanti, sottoposti, dopo le lotte per l’affermazione delle autonomie comunali e quelle per il predominio sul capoluogo lombardo tra le famiglie dei Torriani e dei Visconti, alle signorie viscontea e sforzesca, seguite da più dominazioni straniere. Nella prima metà del XVI secolo fu infeudata ai Maggi, cui subentrarono gli Arconati e, verso la metà del Seicento, i Fagnani.

Confiscate nel 1762, queste terre subirono alterne vicende fino all’abolizione dei feudi, decretata da Napoleone sul finire del XVIII secolo. Nel 1859 fu teatro di combattimenti tra le truppe francesi e quelle austriache.

Piazza Libertà, 12 - Robecchetto con Induno (MI)comune.robecchetto@postecert.it03318756000331876249http://www.comune.robecchetto-con-induno.mi.it/