Utente non Registrato

I Navigli

Morimondo

Comune di pianura, di 1.209 abitanti, con un’economia essenzialmente agricola anche se non manca qualche modesta attività industriale. Le sue vicende sono strettamente connesse a quelle dell’omonima abbazia cistercense che presenta chiari segni di derivazione dall’abbazia francese di Morimond. I lavori per la costruzione del cenobio, iniziati verso la fine del 1100, si protrassero per più di un secolo, a causa del coinvolgimento di queste terre nelle lotte dei comuni contro l’egemonia imperiale: trovandosi nelle vicinanze del Ticino, il monastero risentì inevitabilmente delle guerre tra milanesi e pavesi che, schierati dalla parte dell’impero, lo assalirono e saccheggiarono più volte nel corso del Duecento.

Saccheggi e distruzioni continuarono anche nel XIV secolo, durante i conflitti tra i Torriani e i Visconti. Nonostante ciò, i monaci cistercensi si prodigarono nella bonifica di questo territorio, un tempo molto paludoso, trasformandolo in una delle zone più fertili della pianura milanese, grazie alla realizzazione di una fitta rete di canali che, nella prima metà del Quattrocento, fu perfezionata con la costruzione del Naviglio di Bereguardo ad opera di Filippo Maria Visconti. Con la soppressione del monastero, alla fine del XVIII secolo, gran parte delle sue proprietà terriere furono assegnate all’Ospedale Maggiore di Milano.

Piazza Municipio, 1 - Morimondo (MI)comune.morimondo@pec.regione.lombardia.it, 02949619410294961950http://www.comune.morimondo.mi.it/