Utente non Registrato

I Navigli

Pavia

Città capoluogo di provincia, di 71.120 abitanti, che accanto alle tradizionali attività agricole ha incrementato i servizi e sviluppato l’industria, in particolare nel comparto meccanico. Fondata in età pre-romana da popolazioni di stirpe ligure, si chiamò anticamente Ticinum e Papia nell’alto Medioevo. Importante MUNICIPIUM romano, accrebbe la propria importanza politico-militare per la sua posizione strategica, essendo crocevia di numerose arterie stradali, tra cui la Via Emilia.

Conquistata dai longobardi nel 572, divenne in seguito la capitale del loro regno. Verso la fine dell’undicesimo secolo si costituirono gli organi istituzionali del comune ma la città perse l’importanza politica originaria, conservando quella economica e culturale acquisita con la presenza della scuola giuridica pavese, diretta emanazione del centro di studi fondato dall’imperatore Lotario nell’825. Le lotte interne tra guelfi e ghibellini favorirono il disfacimento del comune e l’avvento della signoria.

Nel XIV secolo i Visconti diventarono padroni della città e vi fondarono uno “Studium” generale. Divenuta principato sotto gli Sforza, subì dal 1535 al 1714 la dominazione spagnola, cui seguì quella austriaca fino al 1859, anno dell’annessione al Regno di Sardegna.

p.zza del Municipio, 2 - Pavia protocollo@pec.comune.pavia.it 038239910382399227http://www.comune.pv.it/