Utente non Registrato

Navigare

Casa del Custode delle Acque

Vap.9

La “Casa del Custode delle Acque” da quasi cinque secoli caratterizza il paesaggio dell’Adda, reso celebre anche dalle opere di Leonardo da Vinci. Le prime notizie sul suo conto risalgono al 1542. In questo periodo l’edificio viene chiamato “Casa regia”.

È una specie di stazione dove i mercanti si fermano per pagare il dazio imposto dai governanti locali, e dove il “camparo” cura la rete idraulica che mette in comunicazione l’Adda con il Naviglio. Nel corso della storia, al suo interno, hanno soggiornato artisti del calibro di Bernardo Bellotto, pittore e incisore italiano del Settecento, e Gaspar Van Wittel, pittore olandese dello stesso periodo. Oggi l’edificio è sede di un vivace circolo culturale.

via Alzaia, 3 - Vaprio d'Addawww.comune.vapriodadda.mi.it www.casacustodeacque.too.it