Utente non Registrato

Navigare

Itinerario R_6

Il Naviglio Grande (R6)

Nei suoi 20 chilometri di sviluppo, da Milano ad Abbiategrasso, l’itinerario ciclopedonale percorre il tratto finale del Naviglio Grande, il più antico dei canali che formavano il sistema dei navigli milanesi. La pedalata risale il corso del canale mantenendosi sulla sinistra idrografica, dalla stazione di Porta Genova ad Abbiategrasso.

L’alzaia ha inizio superando il grande quartiere Sud-Ovest di Milano, nato a fine Ottocento come zona industriale e residenza operaia: una vocazione oggi scomparsa e intuibile solo dalle numerose corti e dai tanti ballatoi ristrutturati che ne caratterizzano l´edilizia . Oltrepassato Corsico, la tappa successiva è Trezzano sul Naviglio, borgo agricolo originariamente chiamato “Treciano”, cresciuto intorno a due conventi – l’uno certosino e l´altro cistercense – ancor oggi visibili anche se trasformati in case private.

A Gaggiano, a sedurre il visitatore si innalza Palazzo Marino, prima e più evidente testimonianza della serie di ville e residenze di campagna fatte costruire dalla nobiltà e dalla ricca borghesia lungo questo tratto di canale. Proseguendo verso Ovest, fino al gomito descritto dal Naviglio che qui corre parallelo al Ticino, ci si ritrova in località Castelletto, luogo un tempo fortificato e in cui, nel 1264, fu gettato uno dei primi ponti sul canale. Il seicentesco Palazzo dei Cittadini, appartenuto a una nobile famiglia milanese, e la seicentesca Casa della Regia Camera o del Custode, che fu sede del Commissario del Naviglio Grande e Questore delle Acque, rappresentano le maggiori emergenze architettoniche. Abbiategrasso si delinea poco più a Ovest.