Utente non Registrato

Navigare

Percorsi di Leonardo

m_percorsi

SPERIMENTAZIONE ANNO 2013

Leonardo da Vinci trascorse gran parte della sua vita a Milano e in Lombardia. Ci arrivò per la prima volta nel 1482, a 30 anni, per entrare alla corte di Ludovico il Moro in qualità di ingegnere, per costruire baluardi difensivi e macchine belliche e “(…)In tempo di pace credo satisfare benissimo a paragone de omni altro in architectura, in composizione di edificii publici et privati, et in conducer acqua da uno loco ad uno altro. Item, conducerò in scultura di marmore, di bronzo et di terra, similiter in pictura, ciò che si possa fare ad paragone de omni altro, et sia chi vole.” Restò alla Corte degli Sforza sino al 1499, quando i francesi presero possesso del Ducato di Milano, e la prima tappa del suo allontanamento fu Vaprio d’Adda, dove fu ospitato a Villa Melzi. Tornò poi a Milano chiamato dal Duca d’Amboise, e vi soggiornò dal 1508 al 1513, per poi tornare a Firenze e andare in Francia, ad Amboise, dove morì nel 1519.

Nei suoi oltre vent’anni “da milanese” Leonardo lavorò e studiò non solo a Milano, ma a Vigevano e Pavia, lungo il corso dell’Adda e della Martesana, sul Naviglio Grande e nelle valli lombarde. Il suo interesse per i Navigli, che utilizzava spesso per i propri spostamenti, è testimoniato da molti studi e disegni, presenti in gran parte nel Codice Atlantico, il più corposo dei codici leonardeschi, custodito proprio a Milano nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana. E al tocco del suo genio si devono le Porte Vinciane, che disegnò per la Martesana che negli ultimi anni del XV secolo entra in Milano per compiere il disegno degli Sforza: unire le acque dell’Adda a quelle del Ticino. Ancora oggi, su tutti i canali del mondo, sono in uso le Porte Vinciane.

Navigli Lombardi sta lavorando per ricostruire i Percorsi di Leonardo nel territorio del Sistema Navigli, per riscoprire il fascino della storia e dell’arte, ma anche delle opere dell’ingegno, che impregnano quel territorio e le zone circostanti nelle quali Leonardo visse e lavorò. Il tratto di percorso proposto nell’estate 2013 riguarda solo alcuni dei siti leonardeschi milanesi e un tratto del Naviglio Martesana, ma nel 2014 sarà disponibile il percorso completo, da compiersi anche con tratti di navigazione sui Navigli e su piste ciclabili.

La prima parte dei Percorsi di Leonardo (22/06/2013 – 29/06/2013 – 06/07/2013) è stata realizzata con la collaborazione di PADIGLIONE ITALIA Expo 2015, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Regione Lombardia, Comune di Milano, Comune di Vaprio d’Adda e Parco Adda Nord con il suo Ecomuseo di Leonardo.

Di seguito il depliant illustrativo.