Utente non Registrato

I Navigli

Abbiategrasso

Cittadina di pianura, di 32.164 abitanti, che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato il tessuto industriale e incrementato i servizi. Le sue origini si collocano in epoca romana, come testimonia il rinvenimento di una necropoli databile intorno al V secolo d.C. ha assunto nei secoli le denominazioni di Abiate e Abbiate, fino ad arrivare alla denominazione attuale, che ne sottolinea l’appartenenza alla valle Grassa. Dopo le invasioni barbariche, entrò a far parte dei possedimenti dell’arcivescovo di Milano, passando nel 1354 a Galeazzo II Visconti.

Ai Visconti subentrarono gli Sforza, che vi rimasero fino al 1515 quando, seguendo le sorti di tutto il ducato di Milano, fu ceduta al re di Francia, Francesco I di Valois. Acquistata nel 1523 dal nobile Pietro Pusterla, fu in seguito occupata dagli spagnoli e riscattata dai suoi cittadini verso la metà del XVII secolo col pagamento di un’ingente somma di denaro al governatore don Luigi de Benavides, dopo che il predecessore aveva disposto la vendita di alcuni beni nel milanese.

P.zza Marconi, 1 - Abbiategrasso (MI)comune.abbiategrasso@legalpec.it029469210294692207http://www.comune.abbiategrasso.mi.it/

Punti di interesse

  • Palazzo Stampa Palazzo Cittadini Stampa si trova lungo l’alzaia del Naviglio Grande nei pressi dell’incrocio con il Naviglio di Bereguardo, complesso architettonico e storico di primaria importanza,
    Leggi di più