Utente non Registrato

I Navigli

Casorate Primo

Centro di pianura che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato l’industria ed il commercio. Non si dispone di notizie certe che la riguardano per le epoche che precedono il X secolo. I longobardi, dopo la loro invasione, divisero il territorio lombardo in tante regioni, ad ognuna delle quali venne preposto un magistrato per amministrarvi la giustizia. Una di queste regioni fu amministrata da un giudice bulgaro, investito del titolo di conte, e da lui prese il nome di contado di Bulgaria, di cui Casorate faceva parte. Il territorio fu sempre dominio dei vescovi di Pavia per investitura avuta dall’imperatore Ottone. Il comune fu abbellito e ampliato nel XIV secolo da Gian Galeazzo Visconti, conte di Pavia e Virtù, che , con lo zio Bernabò, combatté contro il cugino Lodrisio, che contestava i loro diritti sulla signoria di Milano. La storia successiva all’abolizione delle proprietà feudali, attuata da Napoleone sul finire del XVIII secolo, non si discosta da quella dei territori vicini entrati, dopo le dominazioni francesi ed austriache e la conseguente partecipazione ai moti risorgimentali. Denominata Casoladi fino al 1862, deriva il toponimo dal latino CASULA, ‘capanna, casetta’; la specificazione “Primo”, aggiunta nel 1863, si deve all’appartenenza del comune al primo distretto di Pavia. Il re Vittorio Emanuele II le concesse la patente sovrana che l’autorizzava ad aprire il mercato settimanale.

Via Carlo Mira, 10 - Casorate Primo (PV)casorateprimo@postemailcertificata.it029051951102905195239http://www.comune.casorateprimo.pv.it/

Punti di interesse

  • Chiesa di San Vittore Martire La Parrocchia Prepositurale di Casorate Primo esisteva già nel V-VI secolo ed era dedicata a San Vittore, martirizzato fuori porta Vercellina fra il III e
    Leggi di più
  • Chiesa di S. Antonio Questa chiesa fu fondata, nell'ottobre 1376, dopo il lascito testamentario del fu Antonio de' Conti il quale desiderava che, se il figlio non avesse avuto
    Leggi di più