Utente non Registrato

I Navigli

Palazzo Stampa

Abb.6tif

Palazzo Cittadini Stampa si trova lungo l’alzaia del Naviglio Grande nei pressi dell’incrocio con il Naviglio di Bereguardo, complesso architettonico e storico di primaria importanza, sede di segreti incontri di patrioti e personalità centrali dell’unità d’Italia. Il Palazzo non ha una precisa data di realizzazione: la prima documentazione scritta risale all’anno 1697, quando viene citato nel testamento del Sacerdote Giuseppe, considerato il probabile autore dell’opera architettonica. L’edificio fu realizzato per volere della ricca famiglia milanese dei Cittadini, che già dal XV secolo risultava proprietaria di diversi terreni in queste zone. La loro fortuna incontrò però un lungo declino tanto che, nel 1751, decisero di cedere parte del complesso e nel 1792, con la morte di Giovanni Cittadini, ne persero completamente la proprietà. Il palazzo e il giardino furono quindi acquistati, nel 1835, da Giuliano Baronio, marito di una discendente della famiglia Visconti e quindi, per via ereditaria, alla figlia e a suo marito, il celebre patriota Gaspare Stampa. Egli vi abitò fino alla morte, giunta nell’anno 1874. Da allora il Palazzo divenne di pubblica proprietà passando all’E.C.A (Ente Comunale di Assistenza di Milano) che ne ricavò alcuni alloggi e quindi all’Amministrazione Comunale di Abbiategrasso.

Alzaia Naviglio Grande – loc. Castelletto - Abbiategrasso