Utente non Registrato

I Navigli

Cornate d’Adda

Centro di pianura, di 10.464 abitanti, che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato il tessuto industriale. Fin dall’epoca romana il centro, già allora molto esteso, come risulta da numerosi rinvenimenti archeologici, ebbe notevole rilevanza strategica e commerciale, vista la sua ubicazione lungo la strada che collegava il Veneto alla Liguria e nelle vicinanze di un guado che rendeva agevole l’attraversamento dell’Adda.

Ciò ne determinò il coinvolgimento in vari scontri bellici, tra cui si ricordano la battaglia tra i galli e i romani, capeggiati dal console Marcello, e nel VII secolo le guerre intraprese dai longobardi per impedire il passaggio del fiume alle truppe nemiche. Nella prima metà del 1500 fu infeudata da Carlo V ai marchesi D’Adda, passando verso la metà del XVII secolo alla famiglia dei Morone. Attraversata nella sua storia da più eserciti stranieri, rivestì, con il suo porto e con Porto d’Adda, una grande importanza commerciale, che crebbe dalla prima metà del Quattrocento, quando l’Adda segnò il confine tra il ducato di Milano e la repubblica veneta.

Nel 1773, per migliorare la navigazione fluviale, si ripresero i lavori che portarono alla realizzazione del Naviglio da Paderno a Porto d’Adda. Nel 1870 assorbì la località di Colnago.

Via A. Volta, 29 - Cornate d'Adda (MI)comune.cornatedadda@cert.legalmail.it039687410396926119http://www.comune.cornatedadda.mb.it/

Punti di interesse