Utente non Registrato

I Navigli

Nosate

Comune di pianura, di 698 abitanti, con un’economia essenzialmente agricola. L’originario nucleo abitativo probabilmente sorse in epoca romana attorno ad una villa di campagna, come è testimoniato dal rinvenimento di alcuni reperti archeologici risalenti ad età imperiale e di altri del III e II secolo a.C. Non è chiaro se il toponimo derivi dal termine lombardo “nos“, che significa ‘noce’, o dal nome latino di persona NOSUS.

Le sue vicende storiche anteriori al Cinquecento, periodo al quale risalgono le prime notizie certe su questo comune, visitato nel 1570 dal cardinale Carlo Borromeo, non saranno state diverse da quelle dei territori circostanti che, dopo le lotte dei comuni lombardi contro l’egemonia imperiale, furono coinvolti nel XIII secolo negli scontri tra le famiglie dei Torriani e dei Visconti, in contesa per il predominio su Milano, passando poi sotto le signorie viscontea e sforzesca, seguite dalle dominazioni francese e spagnola. Nella seconda metà del Seicento, nonostante la richiesta avanzata dai nosatesi di rimanere sotto il diretto dominio della corte spagnola, queste terre furono vendute ai marchesi Scaramuzza-Visconti e negli anni successivi le loro sorti si legarono alle vicende della famiglia Borromeo.

Via Ponte di Castano, 2 - Nosate (MI)comune.nosate@pec.regione.lombardia.it03318995300331871753http://www.comune.nosate.mi.it/

Punti di interesse