Utente non Registrato

I Navigli

Cassina de’Pecchi

Cittadina di pianura, di 13.121 abitanti, che accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato il tessuto industriale e incrementato i servizi. L’odierno assetto territoriale risale all’Ottocento, quando a questo abitato, anticamente chiamato Villa Franca e che assunse il nome attuale quando nel Trecento divenne proprietà dei conti Pecchi, vennero uniti gli allora autonomi comuni di Camporicco, nel 1841, e di Sant’Agata, nel 1870.

La sua storia è, pertanto, il sunto delle vicende che nel corso dei secoli hanno interessato tutti e tre questi nuclei, spesso in contesa fra di loro perché desiderosi di mantenere la propria autonomia: particolarmente accese furono le controversie concernenti l’ambito della giurisdizione ecclesiastica, poiché fino alla metà del Cinquecento le tre comunità non erano costituite in parrocchie autonome. Seguendo gli avvenimenti storici del milanese, fino al termine del XVII secolo esse furono sottoposte alle stesse nobili famiglie, quelle dei Marliani Visconti, dei Trivulzio, degli Stampa e dei De Leyva, tornando nuovamente ai Trivulzio, che ne conservarono il possesso dal 1531 al 1679. Poco dopo, mentre Cassina de’ Pecchi e Camporicco vennero infeudate al duca Gabrio Serbelloni, Sant’Agata fu assegnata al conte Francesco Corio, cui subentrarono, nella prima metà del Settecento, i marchesi Terzi di Bergamo.

Piazza De Gasperi, 1 - Cassina de' Pecchi (MI)uff.protocollo@pec.comune.cassinadepecchi.mi.it029544010295343248http://www.cassinadepecchi.gov.it/

Punti di interesse

  • Chiesa di S. Agata La chiesa venne eretta nella seconda metà del XVI secolo, in luogo di un preesistente edificio medievale. La struttura, in stile manierista, a navata unica
    Leggi di più
  • Villa Chiesa Bentivoglio La villa risale alla seconda metà del Settecento, presenta una planimetria costituita da due corpi di fabbrica lineari, tra loro paralleli, con andamento nord-sud raccordati
    Leggi di più