Utente non Registrato

I Navigli

Chiesa di San Martino Vescovo

Bor.1

L´esistenza di una chiesa, indizio della presenza di una comunità organizzata di fedeli, trova conferma in un atto del 1395 maggio 23 in cui Guglielmo Centuario, vescovo di Pavia, in considerazione della morte del precedente rettore Giovanni Bastoni, nomina Lorenzo Bastoni, figlio di Andrino, rettore della chiesa di Borgarello. La chiesa ha subito delle trasformazioni piuttosto significative dalle origini ai nostri giorni. presenta una pianta barocca tipica di molte chiese del pavese. Detta ad aula unica con volta a botte, si completa attraverso delle cappelle laterali poco profonde collegate fra loro, un transetto contenuto nell’ampiezza delle cappelle laterali ed il coro.

La distribuzione degli spazi interni corrisponde pienamente ai dettami della chiesa controriformata: l´aula unica favorisce il senso di unità tra i fedeli, e permette di dirigere subito l’attenzione verso il presbiterio. La facciata presenta uno stile alquanto lineare e sobrio in conformità con l’interno dell´edificio. E´ tripartita verticalmente: il corpo centrale presenta un´altezza maggiore rispetto alle due parti laterali. Orizzontalmente è invece bipartita attraverso una cornice aggettante con una serie di modanature che richiama la divisione lineare interna all’edificio.

via Principale, 22 - Borgarello0382925541