Utente non Registrato

Punti di interesse
Ingrandisci mappa Chiudi

Martesana Del Gusto

L'itinerario si sviluppa dalla Conca dell'Incoronata di via San Marco 50 presso le Porte Vinciane e prosegue verso nord seguendo l'antico corso del naviglio Martesana oggi coperto. Seguendo la direttrice di via Melchiorre Gioia si incontrano la moderna ed imponente architettura di Palazzo Lombardia, grattacielo alto 161,3 metri e sede istituzionale di Regione Lombardia. Proseguendo attraverso il percorso verde dei giardini Gregorio Mendel, Aldo Protti e di Piazza Carbonari, si raggiunge la pasticceria Martesana in via Cagliero, dal 1966 rinomata pasticceria artigianale con il suo capo pasticcere Davide Comaschi vincitore del Campionato Mondiale di Cioccolateria nel 2013 e pasticciere dell'anno nel 2014. Il percorso prosegue arrivando a Cassina de'Pomm, ovvero al punto del Naviglio Martesana dove l'acqua inizia il suo tratto coperto. Seguendo l'alzaia del naviglio si raggiunge il suggestivo ponte di Gorla e il monumento ai Piccoli Martiri, si attraversa poi ancora il Parco della Martesana e si giunge infine in zona Crescenzago con le splendide ville (fine 700 - inizi 800) che si affacciano sul naviglio Martesana. Il percorso conta una durata di circa 1.30 a piedi, mentre in bicicletta è percorribile in 30 minuti circa.

Navigli Lombardi
  • Conca dell'Incoronata Leggi…

    La Conca dell’Incoronata, il nome della quale è dovuto alla vicina omonima chiesa del XIV secolo, è sita in fondo a Via San Marco all’interno dei bastioni dopo il cosiddetto “Tombun de San Marc”. Successivamente fu detta, insieme al ponte retrostante, anche “Conca delle Gabelle” perché in quel punto d’ingresso in Milano si esigeva il pagamento delle gabelle, cioè delle tasse indirette sugli scambi e consumi di merci e il trasporto delle persone. La Conca dell’Incoronata è riconosciuta come opera monumentale con vincolo n. 553 del 17 Luglio 1967 in quanto unico resto del Naviglio Martesana nel centro storico milanese, caratterizzato dalla sopravvivenza dell’ultimo ponte antico sul Naviglio, dell’ultima chiusa e dalla garitta, resti di originali attrezzature addette alla navigazione. La Conca dell’Incoronata oggi si presenta senz’acqua, con i portoni di legno fatiscenti (ancorché restaurati nel 1996) ma identici a quelli disegnati da Leonardo da Vinci e oggi visibili nel Codice Atlantico (f. 240 r-c) conservato nella Biblioteca Ambrosiana di Milano, e con il ponte in ceppo d’Adda e la garitta in mattoni. Attualmente sono in corso i lavori di restauro diretti da Navigli Lombardi scarl con la sponsorship di Riva1920 che porteranno alla manutenzione delle porte vinciane della Chiusa e alla valorizzazione della Conca.

  • Palazzo Lombardia Leggi…

    piazza città di Lombardia

  • Pasticceria Martesana Leggi…

    via Emilio De Marchi 1

  • Cassina de'Pomm Leggi…

    via Emilio De Marchi 1

  • Ville di Crescenzago Leggi…

    via privata Pietro Dalla Valle

  • Ponte di Gorla Leggi…

    piazza Piccoli Martiri