Utente non Registrato

Scoprire

Castello Beccaria Litta

Il castello di Gambolò nel suo aspetto odierno riunisce un complesso di costruzioni di epoca diversa. Della struttura più antica è conservato solo l’ampio recinto di mura fortificate, un quadrilatero di forma trapezoidale che presenta quattro torri cilindriche agli estremi e i resti di tre delle quattro torri quadrate posizionate al centro di ogni lato delle mura. Sono invece da collocarsi fra il tardo Cinquecento e il Seicento quelle parti riconducibili alle trasformazioni realizzate per volontà della famiglia Litta.
Innanzitutto l’accesso principale, posto sul lato orientale all’altezza di un’antica torre maggiore e preceduto da un viale d’accesso, è costituito da un alto portale barocco in muratura, che sopra l’arco a sesto ribassato dell’ingresso reca le insegne della casata e termina con un oculo circolare sorretto da quattro lesene. Accedendo alla corte interna, in asse con il portone d’entrata si scorge il palazzo principale, detto castello Litta-Beccaria.

Addossato all’angolo nord-occidentale del perimetro murario, l’edificio chiude a sua volta una piccola corte interna rettangolare e fu costruito nel corso del Seicento probabilmente in corrispondenza dell’originario mastio che fu la residenza dei Beccaria e di Ludovico il Moro. Allo stesso periodo risale anche il lungo porticato a colonne binate collegato al palazzo, detto “Manica Lunga” o “Loggia delle Dame”, che percorre la parte restante dell’ala occidentale delle mura fino alla Torre Mirabella. Nelle stanze poste al di sopra del portico si trova oggi la sede del Museo Archeologico Lomellino.

Piazza Castello - GambolòMar e Gio 8.30-12 Dom 15-18 Altri giorni solo per gruppi su prenotazione 8.30-12 e 14.30-16.30 Chiusura nei mesi di luglio e agostoassarcheolom@libero.it0381938256www.comune.gambolo.pv.it