Utente non Registrato

Scoprire

Castello di Rovescala

Risale probabilmente all’XI secolo. Si parla di Rovescala in un documento risalente al 1164, in cui Federico I lo assegna al Principato di Pavia, ed è presumibile che già fosse presente l’antico maniero poiché, qualche anno più tardi (1215), la “”Cronaca Piacentina”" narra che il castello fu preso, in seguito a duro e lungo assedio, da Milanesi e Piacentini e poi raso al suolo. Presto ricostruito, fu nuovamente vinto e saccheggiato dai Piacentini nel 1290. Finché, nel 1361, fu restaurato e fortificato da Galeazzo Visconti. Dai Visconti fu dato in feudo ai Pecorara, che lo ebbero – per certo – fino al 1786. Sottoposta, nei primi secoli della sua esistenza, a ripetute distruzioni e ricostruzioni, la fortificazione conserva tuttora l’originaria torre medievale, attualmente inglobata in un grande edificio settecentesco eretto proprio sul perimetro dell’antico castello.
Il vano passante della torre, alta una ventina di metri, presenta un soffitto a volta, incerta testimonianza di una preesistente cappella.
Degni di nota gli affreschi e le tele del XVIII secolo, in esso conservati. Nel suo interno è stato ritrovato un profondo trabocchetto che veniva utilizzato per tendere trappole ai nemici. Attualmente è residenza privata.

Fraz. Luzzano - Rovescala