Utente non Registrato

Scoprire

Castello di Sartirana Lomellina

Il castello fu costruito verso la fine del 1300 per ordine di Gian Galeazzo Visconti, fu rafforzato verso la fine del 1400 dagli Sforza che, nel frattempo, avevano conquistato il potere. Gli Sforza aggiunsero altre parti al corpo principale, delle quali se ne occupò il famosissimo architetto Bartolomeo Fioravanti, lo stesso che Ivan II, Zar di Russia, chiamò alla sua corte per la realizzazione delle difese del Cremlino. Sartirana e il suo castello passarono quindi agli Spagnoli con Mercurino Arborio(cardinale) sino morte avvenuta nel 1530.
Il castello è appartenuto alla dinastia degli Arborio sino al 1934, e quindi al Duca D’Aosta Amedeo di Savoia.
Dopo alcuni decenni dalla seconda guerra mondiale passò a proprietà privata.
Di tipico impianto quadrilatero, con fossato, cortile interno e quattro torri angolari, il castello è la maggior attrazione del borgo e attualmente ospita il “Centro Studi e Documentazione della Lomellina“, la “Fondazione Sartirana Arte“, con i Musei delle collezioni di argenti, gioielli, oggetti di cultura contadina, grafica d’arte. Sia il Centro studi che la Fondazione organizzano numerose manifestazioni espositive e culturali a livello internazionale.

P.zza Ludovico da Breme, 4 - Sartirana LomellinaAperto tutte le domeniche dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17,30