Utente non Registrato

Scoprire

Castello Sforzesco

Il Castello Sforzesco, uno dei simboli di Milano, venne edificato nel XV secolo su disposizione del Duca di Milano Francesco Sforza quale reggia ducale e con il passare degli anni diventò prima caserma ed infine sede di musei e istituzioni culturali.
Ha pianta quadrata con torri agli angoli e Torre detta del Filarete al centro della facciata. Ha un perimetro di 800 metri, costruito in laterizi, è circondato da un fossato. Ha tre corti: la Piazza d’Armi, il Cortile Ducale con loggia e il Cortile della Rocchetta. Nei suoi sotterranei e al suo interno sono custoditi preziosi capolavori. La torre del Filarete crollata a causa di un fulmine e ricostruita nei primi anni del Novecento, da cui si accede alla Piazza d’Armi, dove sono raccolti resti di antiche costruzioni, domina il Castello. Altre due torri caratterizzano la struttura: quella di Bona di Savoia e la Rocchetta, rifugio dei castellani nei momenti di pericolo e ora sede della sala del tesoro, custode del dipinto “Argo”, opera del Bramante. Venne fondato al di fuori delle mura medievali dai Visconti nel 1300 e originariamente si chiamava Castello di Porta Giovia. Tra gli artisti che contribuirono alla sua realizzazione si annovera anche Filippo Brunelleschi e Leonardo da Vinci.
La veste odierna del castello si deve però al più importante dei lavori di riassetto: quello dell’architetto Luca Beltrami, che a cavallo fra ’800 e ’900 rimodellò la fortezza con importanti aggiunte e cambiamenti. La denominazione “Sforzesco” gli venne attribuita dallo stesso Beltrami, che curandone il complesso restauro, ritenne opportuno porre l’accento sull’età più splendida che essa aveva vissuto: quella degli Sforza.

Piazza Castello - Milanodal lunedì alla domenica 7.00-18.00 (orario invernale) | 7.00-19.00 (orario estivo) Ingresso gratuito (Musei del Castello esclusi)02 8846370002 88463659