Utente non Registrato

Scoprire

Castello Visconteo di Voghera

castello visconteo

Il castello Visconteo è una struttura fortificata particolarmente suggestiva situata nella cittadina lombarda. Alcune fonti ritengono che il castello sia sorto all’epoca dei Berengari ovvero in un periodo compreso fra l’888 e il 950; in ogni caso la presenza nell’antico borgo di una fortificazione munita di mura e torrioni sembra plausibile già al tempo delle invasioni barbariche. Considerata una delle roccaforti più robuste dell’Oltrepò, venne ulteriormente rinforzata per volere dei due podestà di Voghera nel 1330 per poi diventare dimora di Galeazzo Visconti nel 1372. In seguito, su iniziativa di Galeazzo II Visconti il castello fu sottoposto ad ulteriore potenziamento e poi ad altre modifiche nel 1361 per contrastare gli intenti di conquista del marchese di Monferrato. Nel XV secolo, oltre ad accogliere l’Imperatore d’Oriente in visita, si ha notizia che il maniero fu dimora prima di Filippo Maria Visconti poi del signore e conte di Voghera da lui nominato. Successivamente nel corso dei secoli divenne residenza di diverse famiglie nobili, dagli Sforza ai Gonzaga; nel XVII secolo venne occupato dalle truppe francesi mentre nel XVIII secolo la città subisce la dominazione austriaca. Sotto Carlo Emanuele III, la città diviene provincia e il castello viene trasformato anche in ufficio fiscale e sede della magistratura. Comincia poi un periodo di degrado e nel XIX secolo viene adibito a penitenziario. I vari tentativi di recupero nel Novecento culminano, infine, nel 1952 quando viene presa la decisione di utilizzarlo come sede del Museo Civico e di altri Enti Culturali dell’Oltrepò.

p.zza Liberazione - Voghera