Utente non Registrato

Scoprire

Chiesa di San Paolo

“La costruzione della chiesa di San Paolo risale almeno al XIII secolo. Per certo invece sappiamo, da un documento rintracciato tra le carte ingiallite dell’archivio parrocchiale, che l’edificio fu riconsacrato nel 1520 dal vescovo di Piacenza mons. Pietro De Reconda, dopo che era stato ampliato nell’anno 1500. La facciata di stile neoclassico, alta e imponente, è un’addizione tardiva, del tutto distinta dalle antiche strutture romaniche. Essa è attraversata da un cornicione che reca le dedica a San Paolo Apostolo, patrono del paese. Il portale d’ingresso è sormontato da un affresco raffigurante una Madonna a mezzo busto con il Bambino, contornato da una grande cornice di gesso. Più sopra, una seconda pittura rappresenta San Paolo disarcionato dalla folgore.
La chiesa ha un’unica navata centrale ad arco a tutto sesto, sulla quale si aprono sei cappelle, tre per lato, con volte pure a tutto sesto. Vi si accede attraverso una bussola di legno a tre porte, sostenente la cantorìa lignea finemente lavorata.
Il presbiterio – delimitato da una balaustra di marmo, bianca come l’altare, il tabernacolo e il tempietto di stile settecentesco – è ornato alle pareti da due dipinti: a sinistra San Sebastiano con San Rocco, a destra la Madonna con il Bambino Gesù attorniata da Santi.
Nell’abside, a forma rettangolare, addossata alla parete di fondo, troneggia una grandiosa pala d’altare del primo Seicento, di legno dorato, squisitamente scolpita. Al centro, in alto, la figura del Redentore portante il triangolo, simbolo della divinità. L’ancona, pure di stile barocco, racchiude in una vetrata un dipinto su tavola che raffigura la Madonna, in piedi, con abito rosso gigliato e manto verde. Due angeli sostengono la corona regale posta sul capo della Vergine. Alla destra della Madonna è un Bambino in piedi, mentre alla sinistra è raffigurato un demonio cornuto.”

via Della Chiesa, 2 - Zavattarello0383 5891200383 589120