Utente non Registrato

Scoprire

Chiesa di Sant’Antonino di Torrazza Coste

La chiesa è la più antica del territorio di Torrazza Coste e di tutta la Diocesi di Tortona. É dedicata a S. Antonino, soldato romano
della legione Tebea, sfuggito miracolosamente all’eccidio della sua legione e ordinato dall’imperatore Massimiano; S. Antonino
subì il martirio il giorno 4 luglio dell’anno 304 d. C., presso il villaggio di Travo, vicino a Piacenza. Il suo corpo fu sottratto
ai pagani e nascosto in una cisterna asciutta, scoperto da San Savino, vescovo di Piacenza tra il 375 e il 396 d.C., trasportato
nella chiesa di San Vittore in Piacenza, dove il Santo fu eletto patrono della città.
È curioso sapere che Sigifrido, vescovo di Piacenza, morto intorno al 1031, inviò reliquie del Santo a parecchie chiese fuori
dalla Diocesi piacentina, tra cui quella di S. Antonino a Torrazza Coste, dove il culto del santo si era già radicato.
La prima chiesa dedicata al martire fu costruita
nei pressi dell’attuale frazione Trebbio. Successivamente, verso la fine del XVI secolo, la primitiva chiesa pericolante venne abbattuta e parte del materiale fu adoperato per la costruzione della nuova, portata a termine nel 1584.
La chiesa, in stile romanico e a una sola navata, misura 14 metri di lunghezza e 6 di larghezza. Sulla semplice facciata sopra l’unica porta d’entrata è possibile ammirare un affresco raffigurante S. Antonino. Entrando, sulla parete di destra, è possibile ammirare un piccolo pulpito di legno e due nicchie nelle quali si trovano le statue della Madonna addolorata e di Gesù morto.
A sinistra si osserva il battistero e più avanti, in piccole cappelle, due altari, uno dedicato a S. Antonio da Padova e l’altro
alla Vergine Immacolata. In fondo si possono ammirare il presbiterio con l’altare maggiore di marmo bianco del 1906 e un piccolo coro sopra il quale si trova un organo settecentesco di modeste dimensioni.
Annesso alla chiesa, sul lato nord, spicca il tozzo campanile alto 14 metri. Nella cella campanaria si trovano tre campane in bronzo del 1906, ottenute grazie alla fusione di due preesistenti.
La costruzione della sacrestia risale al 1765; nel 1937 la chiesa è stata restaurata attraverso il rifacimento della volta, del
pavimento e delle decorazioni.

Fraz. Trebbio - Torrazza Coste