Utente non Registrato

Scoprire

Chiesa parrocchiale di Santa Giuletta

L’interno della Chiesa ad una sola navata presenta un pavimento in marmo di Carrara bianco e grigio, le volte, affrescate dal pittore romano Guido i Monacelli, comprendono, nella lunetta del coro, la rappresentazione del martirio di S. Giuletta e del figlio S. Quirico.
Si tratta di affreschi di modesto valore artistico ma vi sono altri arredi di pregio, oltre ad un imponente armadio, nella sacrestia, vi sono alcuni dipinti fra cui uno merita particolare considerazione la “”Cena di Emmaus”" di scuola caravaggesca.
L’opera, datata al sec. XVII, è stata restaurata nel 1986 dalla professoressa Nuccia Camolli Chirici, con il patrocinio del Lioness Club di Broni e Stradella e l’operoso interessamento del parroco don Ernesto Vercesi.
L’opera pittorica rimase esposta per alcuni mesi nella sala caravaggesca di Brera, il noto professor Ambrogio Casati di Voghera attribuì la tela al pittore bresciano Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto che lavorò molto nel milanese nella prima metà del XVIII secolo.
Durante i restauri della chiesa il dipinto fu conservato presso la Curia di Tortona, oggi è tornata al suo posto insieme alle altre opere pittoriche di pregio.

Fraz. Castello - Santa Giuletta