Utente non Registrato

Scoprire

Parco Adda Nord

PARC_ADDA_NORD

Il Parco Adda Nord sorge lungo il tratto settentrionale del territorio percorso dal fiume Adda, creatosi in seguito al ritiro del ghiacciaio che nel quaternario scendeva dalle Alpi fino alla pianura. Grazie ad esso oggi il parco si presenta come un sistema di terrazzi fluvio-glaciali. Nei suoi confini comprende i territori rivieraschi dell’Adda, lungo il tratto che attraversa l’alta pianura, a valle del lago di Como. In questo tratto il fiume si snoda tra rive incassate, con tipici affioramenti del “ceppo” (banchi conglomeratici), e costituisce un paesaggio caratteristico che alterna zone a tratti fittamente boscate e aree più antropizzate.

Dei grandi boschi, che fino al secolo scorso ricoprivano ancora in larga parte il territorio circostante il fiume, permangono delle testimonianze caratterizzate da formazioni di ontani neri, platani, pioppi, betulle, salici, querce. Lungo le rive a nord di Trezzo sull’Adda sono presenti pioppi neri, robinie, salici bianchi, ontani neri, farnie. Oltre al bosco di alto fusto, vaste aree sono ricoperte di essenze tipiche del bosco ceduo e del sottobosco: carpino, castagno, sanguinella, nocciolo, robinia.

Tra la vegetazione palustre si possono ammirare i più bei fiori d’acqua: la delicata ninfea, il giglio selvatico giallo, il mughetto e numerose famiglie di veronica a spiga. In questo ambiente trova rifugio una ricca fauna: tra gli anfibi, la raganella dalla livrea verde brillante con una striscia nera che corre lungo i fianchi; le rane verdi e la rana temporaria dal colore brunastro. Anche gli uccelli sono numerosi: cigni, anatre, germani reali, folaghe, cornacchie grigie, gabbiani comuni ma anche l’airone cinerino presente con un numero di esemplari in continuo aumento.