Utente non Registrato

Torre

Ozz.7

La costruzione della torre ottagonale di Ozzero risale alla dominazione spagnola sul Ducato di Milano, sancita dal trattato di Cambrai del 1529; la permanenza degli spagnoli nei territori del milanese si protrasse fino agli inizi del 1700. Nata come avamposto militare per la difesa del territorio, la torre veniva utilizzata dai militari per controllare che non arrivassero invasori dalle sponde del Ticino. Il salone sottostante era il luogo in cui vivevano i soldati quando non erano occupati nei turni di guardia in cima alla torre. La parte superiore della Torre era raggiungibile mediante una scala elicoidale che scorreva lungo le pareti interne.

La struttura interna attuale è il risultato delle modifiche apportate da Luigi Cagnola durante i lavori di trasformazione del Palazzo in residenza estiva. Grazie al Comune di Ozzero con l’intervento della sovrintendenza alle belle arti di Milano, inizia la ristrutturazione per il recupero della Torre tra il 1970 e il 1980 diventando l’attuale sede dell’Amministrazione Comunale. Durante i lavori di ristrutturazione è stata rinvenuta all’interno del pozzo una statua in gesso, attribuita al Cagnola, ora visibile all’ingresso della Torre. Inoltre nel salone è stata rinvenuta all’interno di una nicchia la data 1671 che si presume possa essere la data di costruzione. Oggi il palazzo è sede del Municipio.