Utente non Registrato

Scoprire

Vecchio Ponte sul Naviglio

Cug.5

Il primo documento sull’esistenza di un ponte a Castelletto è del 1544. Si trovava al “porto di Cuggiono”, era in legno e quell’anno fu ricostruito e ampliato dai proprietari delle terre situate nella valle del Ticino (tra loro i frati domenicani che possedevano nelle vicinanze anche un mulino azionato con acqua proveniente dal Naviglio) per permettere un agevole transito dei carri. Il ponte era pubblico, ma chi non aveva partecipato alle spese di ricostruzione doveva pagare un determinato importo ad ogni passaggio. Nel 1574 la comunità di Cuggiono decise di sostituirlo con un manufatto in pietra, progettato da Antonio Lonati, ma non disponendo della somma necessaria il 28 gennaio 1575 ottenne dal re di Spagna Filippo II, duca di Milano, la facoltà di cedere terre comunali per un valore di 1.200 lire.

Nel 1606 Alessandro Bisnati ne progettò il rialzo perchè essendo troppo basso sul pelo dell’acqua costituiva un ostacolo alla navigazione. E’ il ponte esistente, restaurato nel 1735 come attesta un’iscrizione del 15 settembre di quell’anno e quasi per nulla nei secoli successivi. Fortunatamente scampo alla distruzione programmata dai tedeschi negli ultimi mesi della guerra 1940-45. Si può vedere vicino al Ponte un antico lavatoio che compare anche nell’albero degli zoccoli.

Cuggiono