Utente non Registrato

Scoprire

Villa Besozzi-Casati

Col.3

I nobili Besozzi abitarono la villa fin dalle sue origini. Nel 1592 Giovanni Paolo Besozzi ereditò il latifondo di Cologno. La famiglia Casati subentra nel possesso della villa dalla famiglia Besozzi solo nel 1798. La villa in epoca medioevale era proprietà del monastero di Sant’Ambrogio. L’edificio è sicuramente edificato sul basamento di un’antica “casa forte”: infatti, tutto l’insediamento medioevale di Cologno era sviluppato lungo gli argini di un fontanile, ora coperto, che percorreva da sud a nord l’intero abitato.

Con il passaggio di proprietà ai nobili Casati, la “casa forte” viene ristrutturata e si trasforma in “palazzo ottocentesco”, luogo di villeggiatura dei Casati. E’ l’attuale sede Municipale. Negli ambienti interni restaurati, troviamo rappresentazioni di scene mitologiche guerresche; salendo il maestoso scalone in pietra situato alla destra del portico ci troviamo in ampi saloni decorati con soffitti a cassettoni lignei dipinti e fasce affrescate attualmente adibiti a sala giunta e sala consiliare. In un interessante studio iconografico del prof.Andrea Spiriti si evince che il ciclo decorativo è frutto di quattro momenti distinti. Molti i legami politici e culturali con Bartolomeo III Arese (Presidente del Senato e Presidente del Consejo de Italia) riscontrabili anche in affinità pittoriche con Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno e altri castelli, chiese o dimore private, tutte attribuibili agli stessi artisti su committenza dell’Arese.

p.zza Castello - Cologno Monzese