Utente non Registrato

Scoprire

Natura

f_BOX-NATURA
Quella dei Navigli è una natura d’acque e… di Parchi. Il Sistema dei 5 canali, i Fiumi Ticino e Adda, i canali irrigui, la fascia dei fontanili (all'altezza di Milano) dominano quest’area della Pianura Padana occidentale e della valle fluviale del Ticino, creando una complessa rete idrica e paesaggistica che offre ospitalità e sostentamento ad una diversificata popolazione floristica e faunistica. Patrimonio naturalistico di questo territorio sono i parchi, veri e propri scrigni di biodiversità: lungo il proprio corso i Navigli ne attraversano diversi tra i quali il Parco Lombardo della Valle del Ticino, il Parco Agricolo Sud Milano, il Parco Adda Nord, il Parco delle Risaie. Lo sguardo sul territorio indugia su un mosaico di paesaggi che vede le aree naturali inserirsi nel contesto rurale della campagna lombarda e tra i centri abitati che afferiscono i Navigli. Farnia, pioppo, nocciolo, acero campestre, salice bianco, ailanto, gelso, prugnolo tardivo e platano popolano la campagna coltivata. Sulle cascine e tra i campi svolazzano rondini, tortore, gazze, allodole, falchi e cardellini mentre a terra, tra la vegetazione erbacea, si muove la quaglia e si incontrano ricci e talpe. Le risaie in aprile sono il regno dei limicoli (Piro piro e Piovanello) ma anche di aironi e garzette. Lungo il Ticino poi, dove sopravvivono frammenti degli antichi boschi di pianura, si può osservare una delle faune più ricche del territorio. Nei boschi la robinia è affiancata saltuariamente da formazioni di essenze autoctone (farnia, olmo, ontano nero, bagolaro e salice bianco) tra le cui fronde cinguettano cinciarelle, cinciallegre, picchi e usignoli mentre, notturni tra campi e alberi, si aggirano la volpe, il barbagianni e l’allocco. Lungo le sponde dei Navigli, tra i filari e solitari, il sambuco, il nocciolo, la sanguinella: qui lungo l’argine o sguazzante nell’acqua dei canali vive la nutria.