Dove viene determinato il Curricolo obbligatorio di indirizzo?

domanda di Lorenzo Mazza - - 47 visite

Dove si trova il curricolo d'istituto? Ogni Scuola predispone il curricolo all'interno del Piano dell'Offerta Formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina. 30 dic 2021

Cosa si intende per curricolo verticale e orizzontale?

Il curricolo verticale ed orizzontale, insieme alla rubrica di valutazione, costituisce il cuore del POF e PTOF, in quanto fornisce indicazioni sugli apprendimenti e sulle competenze che gli alunni devono conseguire nelle diverse classi dell'Istituto.

Dove si trova il curricolo?

Dove si trova il curricolo della scuola? Ogni Scuola predispone il curricolo all'interno del Piano dell'Offerta Formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina. 26 ott 2021

Come si struttura un curricolo verticale?

Il curricolo verticale d'istituto si basa su elementi di sviluppo graduale e progressivo delle conoscenze, delle abilità, delle attitudini e disposizioni personali dell'allievo/a, delle competenze. Il concetto di progressione gradualità nello sviluppo delle competenze è ripreso e ripetuto in tutte le discipline.

Quale legge introduce il curricolo?

Il curricolo della singola istituzione scolastica, definito anche attraverso una integrazione tra sistemi formativi sulla base di accordi con le Regioni e gli Enti locali negli ambiti previsti dagli articoli 138 e 139 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.

Che cosa si intende per curricolo verticale?

Il curricolo verticale è uno strumento disciplinare e metodologico realizzato dai docenti della Scuola Primaria e Secondaria di primo grado per raggiungere le finalità generali espresse dalle Indicazioni Nazionali che pongono lo studente al centro dell'azione educativa in tutti i suoi aspetti: cognitivi, affettivi ...

Che cosa è un curricolo verticale?

Il curricolo verticale può essere definito come un percorso (formativo) con dei traguardi (pianificati) da raggiungere (nel tempo). Occorrono condizioni concrete per la sua realizzazione: modalità d'utilizzo dei tempi, delle attrezzature, degli spazi, delle risorse umane ed economiche.

Chi predispone il curricolo?

Ogni Scuola predispone il curricolo all'interno del Piano dell'Offerta Formativa con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina.

Chi definisce il curricolo?

“La scuola predispone il Curricolo, all'interno del Piano dell'offerta formativa, nel rispetto delle finalità, dei traguardi di competenza e degli obiettivi di apprendimento posti dalle Indicazioni”. Spetterebbe alle Scuole quindi predisporre un proprio “curricolo”.

Come si fa un curricolo scolastico?

Per costruire un curricolo è necessario che gli insegnanti compongano un sistema di opportunità educative che consentano agli studenti di interpretare la realtà mediante chiavi che derivano da un lavoro comune: si tratta, partendo dall'acquisizione degli obiettivi contenuti nei profili di uscita e da quelli specifici ...

Come si progetta un curricolo?

Progettare un curricolo richiede alcune fasi, interconnesse tra loro in modo da creare un sistema, armonico e organico, che si basi su un principio di olismo per quanto riguarda: obiettivi, contenuti, metodologie, strumentazione, verifiche e valutazione. 26 lug 2020

Cosa deve contenere un curricolo?

a) gli obiettivi generali del processo formativo; b) gli obiettivi specifici di apprendimento relativi alle competenze degli alunni; c) le discipline e attività costituenti la quota nazionale dei curricoli e il relativo monte ore annuale.

Che differenza c'è tra programmazione e curricolo?

Mentre la scuola del programma, connessa ad una visione selettiva ed elitaria della cultura si affida sostanzialmente per realizzare apprendimenti significativi alla bontà dell'organizzazione specialistica delle discipline, la scuola del curricolo è consapevole che, nella scuola di tutti, la realizzazione di obiettivi ... 12 dic 2021

Che cosa dice la legge 107?

Buona scuola: cosa prevede la legge 107. ... L'obiettivo di questo provvedimento legislativo è riaffermare il ruolo centrale della scuola, migliorare le competenze di studentesse e studenti, contrastare le diseguaglianze socio – culturali e prevenire l'abbandono scolastico. 25 giu 2019

Quale legge ha istituito l'autonomia delle istituzioni scolastiche?

Dall'autonomia scolastica della Legge 59/1997, regolamentata dal DPR 275/1999, al documento “La Buona Scuola, la vera autonomia: valutazione, trasparenza, apertura, burocrazia zero”

Cosa dice il dpr 275 99?

L'autonomia organizzativa (art. 5 D.P.R. n. 275/99) consente di dare al servizio scolastico flessibilità, diversificazione, efficienza ed efficacia e di realizzare l'integrazione e il miglior utilizzo delle risorse e delle strutture, anche attraverso l'introduzione e la diffusione di tecnologie innovative.

Perché curricolo verticale?

PERCHÉ UN CURRICOLO VERTICALE Perché permette di evitare frammentazioni, segmentazioni, ripetitività del sapere e permette di tracciare un percorso formativo unitario contribuendo alla costruzione di una collaborazione buona fra gli ordini scuola.

Che cos'è il curricolo trasversale?

Il “Curricolo trasversale per competenze” nasce dall'esigenza del superamento dei confini disciplinari, rappresenta uno strumento di ricerca flessibile che deve rendere significativo l'apprendimento, pone l'attenzione alla continuità del processo educativo all'interno dell'Istituto, delinea un percorso finalizzato alla ...

Che cosa sono le competenze trasversali?

Empatia, problem solving, flessibilità, capacità di fare squadra, gestione dei conflitti, comunicazione efficace. Tutte queste caratteristiche, e molte altre, prendono il nome di competenze trasversali, capacità che determinano il modo di relazionarsi di una persona all'interno di un contesto lavorativo o sociale. 20 mag 2021

A cosa servono le Indicazioni nazionali?

Con le Indicazioni nazionali s'intendono fissare gli obiettivi generali, gli obiettivi di apprendimento e i relativi traguardi per lo sviluppo delle competenze dei bambini e ragazzi per ciascuna disciplina o campo di esperienza.

Quali sono gli obiettivi di apprendimento?

Obiettivi di apprendimento e Traguardi delle competenze Essi costituiscono criteri per la valutazione delle competenze attese. A loro volta, gli Obiettivi di apprendimento individuano campi del sapere, conoscenze e abilità ritenuti indispensabili al fine di raggiungere i traguardi per lo sviluppo delle competenze.

Che cos'è il curricolo didattico?

curricolo Nella tradizione scolastica, il corso organico di studi, di cui l'ordinamento scolastico prevede la durata complessiva e l'articolazione in anni o periodi di frequenza, il piano delle discipline e i programmi d'insegnamento, gli eventuali esami di ammissione e di licenza, il titolo finale a cui conduce.

Chi ha scritto le Indicazioni nazionali?

Chi ha emanato le Indicazioni nazionali 2012? 89”, firmato dal Ministro Francesco Profumo. 25 dic 2021

Chi lo fa il PTOF?

Gli organi che redigono il PTOF preside. collegio dei docenti. consigli di classe. consiglio di istituto (a cui spetta l'approvazione finale) 6 lug 2021

Quale legge introduce il POF?

Esattamente vent'anni fa, l'8 marzo del 1999, per effetto dell'autonomia delle istituzioni scolastiche, introdotta dall'art 21 della Legge n. 59 del 1997, veniva varato il DPR 275 che, ai sensi dell'art 3 prevedeva la storica conquista per le scuole italiane del Piano dell'Offerta Formativa (POF). 10 mar 2019

Quanti livelli ha il Curricolo?

Per semplicità, circoscrivo l'analisi agli aspetti cognitivi della formazione e, almeno per il momento, mi limito a distinguere due livelli: - il curricolo 1 corrisponde al protoapprendimento e consiste nell'assimilazione di conoscenze e abilità legate ai vari saperi curricolari; - il curricolo 2 corrisponde, invece, . ... 25 nov 2021

Che differenza c'è tra programmazione e progettazione?

Progettare è da considerare un'attività finalizzata a tracciare un criterio generale di lavoro: è teorizzazione ma anche indicazione, di massima, sul come procedere. Programmare, invece, vuol dire chiedere all'operatore di considerare tutte le variabili presenti a livello locale. 1 set 2017

Come si costruisce una unità di apprendimento?

Come progettare un'UdA Da dove iniziare. Selezionare contenuti e obiettivi. Individuare i compiti di realtà Organizzare l'UdA in fasi. Selezionare attività e strategie didattiche. Individuare gli strumenti di valutazione e i criteri. Fare un cronoprogramma. Preparare il documento per gli studenti. 24 mar 2021

Quali sono i traguardi per lo sviluppo delle competenze?

I traguardi per lo sviluppo delle competenze rappresentano dei riferimenti ineludibili per gli insegnanti, indicano piste culturali e didattiche da percorrere e aiutano a finalizzare l'azione educativa allo sviluppo integrale dell'allievo.

Che cos'è la mappa di Kerr?

La mappa di Kerr4 diviene, infatti, attrezzo per leggere il curricolo di scuola attraversando gli elementi che lo costi- tuiscono, in relazione fra di loro, suddivisi in quattro regio- ni (OBIETTIVI - CONOSCENZE - SCHOOLING - VALUTAZIONE) all'interno delle quali organizzare e ri- pensare la strutturazione del POF5.

Cosa sono le soft skills a scuola?

Le soft skills includono abilità sociali, comunicative e linguistiche, assertività, comportamenti e atteggiamenti che si manifestano a livello sia personale sia relazionale». 21 mag 2021

Che cosa si intende per imparare ad imparare?

Cosa vuol dire Imparare ad Apprendere? ... L'abilità di perseverare nell'apprendimento e di organizzare il proprio apprendimento anche mediante una gestione efficace del tempo e delle informazioni. Sempre secondo la UE questa competenza comprende: la consapevolezza del proprio processo di apprendimento e dei propri bisogni. 9 giu 2020

Quanti articoli ha la legge 107?

Il testo della legge approvata in prima lettura al Senato si compone di 26 articoli. Nel passaggio alla Camera tutte le modifiche proposte vengono portate in votazione sotto forma di un maxi-emendamento di un solo articolo (art. 1) comprendente 212 commi.

Quanti articoli ha la legge 107 del 2015?

Come si sa, la Legge 107/2015 ha la forma di un maxiemendamento: un solo articolo e 212 commi; per rendere più “leggibile” il testo abbiamo perciò pensato di riunire diversi commi in un solo titolo, una specie di rubrica, come da prospetto sotto riportato. 15 set 2015

Qual è il pilastro fondamentale della buona scuola?

Il Piano Nazionale Scuola Digitale è un pilastro fondamentale de La Buona Scuola (legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono l'innovazione del sistema scolastico e le ...

Chi ha introdotto l'autonomia scolastica?

Un po' di storia. Ci occuperemo, quindi, delle riforme che hanno introdotto gradualmente l'autonomia negli istituti scolastici: nel 1996 il ministro dell'istruzione Luigi Berlinguer diede avvio, infatti, ad un progetto politico di riforma dell'intero sistema scolastico. 20 dic 2017

Come si è arrivati all autonomia scolastica?

Con la riforma Bassanini del 1997 si rompe il monopolio del ministero dell'istruzione con l' introduzione un sistema basato sul pluralismo, il policentrismo nel quale operano in rete stato, scuole autonome, regioni, enti locali, scuole paritarie ed enti di supporto. 6 gen 2021

Perché nasce l'autonomia scolastica?

Le leggi sull'autonomia scolastica sono state fatte per far sì che nelle scuole italiane ci fossero le condizioni giuridiche, organizzative, professionali e di relazione per rendere l'attività educativa più attenta ai bisogni didattici degli studenti. 1 gen 2022

Qual è il regolamento dell'autonomia scolastica?

L'autonomia delle istituzioni scolastiche è garanzia di libertà di insegnamento e di pluralismo culturale e si sostanzia nella progettazione e nella realizzazione di interventi di educazione, formazione e istruzione mirati allo sviluppo della persona umana, adeguati ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie e ...

In che cosa consiste l'autonomia scolastica?

L'autonomia scolastica, secondo l'Atto di indirizzo (8 settembre 2009) per la riforma del primo ciclo si configura come un articolato dispositivo di mezzi, di opportunità e di risorse per raggiungere l'obiettivo prioritario del successo scolastico delle giovani generazioni.

Cosa si intende per autonomia didattica?

L'autonomia didattica è finalizzata alla realizzazione degli obiettivi nazionali del sistema istruzione. L'autonomia didattica s'esprime nel curricolo vale a dire il piano di studi, che deve essere coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi ed indirizzi di studi stabiliti a livello nazionale.

Ti potrebbero interessare